top of page

Chi siamo

La nostra storia 

OSCAR MANDAGARAN

Oscar_Mandagaran.jpg

OSCAR MANDAGARAN  - Sottocampione di Malambo argentino al Festival Nazionale Malambo di Laborde (Córdoba) nel 1989, è nato a Posadas, Misiones e ha iniziato la sua carriera professionale come ballerino di danze popolari argentine nel 1983 prima a Posadas e poi all'età di 18 anni a Buenos Aires dove dal 1990 entra a far parte del cast del BALLET FOLKLORICO NAIONAL diretto da Norma Viola e Santiago Ayala "El Chúcaro". Insieme al Ballet, tra il 1990 e il 1996, ha girato tutta l'Argentina e diversi paesi sudamericani, come Cile, Uruguay, Brasile, Perù, Colombia, Venezuela, Bolivia e Paraguay. Parallelamente, ha svolto la sua carriera presso l'Istituto Nazionale di Danze Folcloristiche Argentine, ottenendo i titoli di: Insegnante Nazionale di Danza, Interprete di Danza Iberoamericana e Tecnico di Ricerca in Archeologia e Antropologia. Tra il 1990 e il 1997 Oscar ha anche fatto parte del cast dei migliori spettacoli di Tango di Buenos Aires, come "Tango Mio", "La Ventana", "Senor Tango", "Entre Borges y Piazzolla" e ha lavorato nel film nominato per l'Oscar "TANGO" di Carlos Saura.

Nel 1997 ha integrato il cast originale di "FOREVER TANGO" di Luis Bravo facendo il suo debutto a Broadway. Con questo spettacolo viene presentato nei teatri delle più importanti città del mondo, da Giappone, Corea, Inghilterra, Italia, Francia, Portogallo, Spagna, Germania, Svizzera, Canada, Messico e Stati Uniti. Insieme a "Forever Tango" anche, nel 1999, debuttano al Teatro Colon di Buenos Aires. Rimase in compagnia fino al 2003, integrando anche il cast dello spettacolo "MALAMBO" sempre di Luis Bravo, debuttando nella città di San Francisco, California.

Parallelamente alla sua carriera come ballerini di tango, ha anche sviluppato la sua carriera come insegnante di tango e coreografo, insegnando nella città di Buenos Aires e all'estero. Possessore di un proprio stile molto apprezzato e rispettato nell'ambiente del Tango tra professionisti e milongueros, Oscar trasmette ai suoi allievi tutta la sua energia e passione per il Tango, insegnandogli tutti i segreti di questa danza, lavorando con grande precisione tutti gli aspetti della sua tecnica . , la sua musicalità, il suo abbraccio e la sua essenza.

Durante tutta la sua carriera di Maestro di Tango, Oscar ha girato il mondo tenendo seminari e portando in ogni angolo quella straordinaria passione ed energia che lo caratterizza.

GEORGINA VARGAS

Georgina_Vargas.jpg

GEORGINA VARGAS - Georgina Vargas, milonguera, ballerina e cantante di tango, nata a Montevideo, Uruguay, cresce tra le due sponde del Ríos de la Plata. Ha iniziato i suoi studi come ballerina di danza classica e contemporanea e successivamente, nell'adolescenza, si è presentata al Tango attraverso le milonghe delle notti di Buenos Aires. Dal 1999 al 2005 vive e insegna nella città di Roma, Italia, dove ha fondato la sua Scuola di Tango, con il patrocinio delle Ambasciate della Repubblica Argentina e della Repubblica Orientale dell'Uruguay, città dalla quale sviluppa la sua attività di ballerino e insegnante in Europa e Giappone. Nel 2006 ha registrato il suo primo CD "Por Aquellos Tango" a Buenos Aires, che comprende un caratteristico repertorio di tango, molto tradizionale, con tanghi che evocano lo stile della famosa cantante uruguaiana Nina Miranda. Nel 2014 ha registrato il suo primo album con Tangos, Waltzes e Milonga composto in testi e musica da lei, tutti incentrati sull'amore, "Messaggi d'amore da ballare". Poi nel 2015 ha registrato il suo terzo disco "Unforgettable" con brani noti del repertorio di tango.

Nella città di Buenos Aires poteva essere ascoltata sui palchi di vari teatri di Buenos Aires, diverse milonghe e Teatri con cena-spettacolo di Tango come "Con Sabor a Tango". Sviluppa il suo talento di cantante insieme alla danza, riuscendo a combinare entrambi nello stesso spettacolo.

La sua passione come ballerina di palcoscenico e cantante di Tango va di pari passo con la sua forte vocazione all'insegnamento. Durante tutta la sua carriera ha sviluppato un lavoro tecnico molto dettagliato per le donne, con il quale ogni donna può facilmente sfoggiare tutta la tua femminilità nei suoi tacchi a spillo.

 

INSIEME OSCAR E GEORGINA

Oscar e Georgina, in una notte magica come tante notti sono nella città di Buenos Aires, Tango ha dato loro un' appuntamento sulle tracce di una milonga ben porteño, "Nino Bien", da allora hanno girato il mondo insieme godendosi la loro sentimento profondo e stile affascinante carico di poesia.

La loro rapida fusione come partner di ballo, con uno stile ben definito, ha permesso loro di espandere il loro talento come ballerini, insegnanti e coreografi in diverse parti del mondo. Gli amanti del tango nella sua purezza ed essenza profonda cercano di trasmetterlo attraverso la loro danza, il loro insegnamento e la loro generosità artistica. Proprietari di grande sensibilità, questa coppia magnetica risveglia chi li guarda con tante emozioni ed è oggi riconosciuta come una delle migliori coppie di tango a livello internazionale, come si evince dai loro lunghi tour attraverso numerose città degli Stati Uniti Italia e Giappone oltre ad essere ospiti speciali del miglior spettacolo di Tango di Buenos Aires, l'"Esquina Carlos Gardel".

Dal 2017 al 2020 aprono un ristorante Dinner-Show nella città di Posadas, Misiones, dove oltre agli spettacoli di tango, vengono offerti spettacoli di diversi generi con musica dal vivo e ballerini. È stata una bella esperienza gestire per la prima volta un ristorante, ottenendo un grande successo.

Attualmente ha sede nella città di Alicante, in Spagna, città dove tengono corsi e da cui viaggiano per tenere seminari e/o spettacoli.

La nostra filosofia

In questa sezione vogliamo condividere con voi i nostri pensieri più intimi sul tango.

Tango come forma di crescita emotiva che esprime amore.

Il tango può essere vissuto in tanti modi, può essere un semplice hobby oppure può diventare uno stile di vita e diventare qualcosa di molto più profondo di un semplice ballo.
Come la vita, possiamo viverla intensamente, godendoci ogni atto oppure possiamo vivere correndo dietro a una meta perdendo di vista l'enorme numero di situazioni che essa ci offre per insegnarci ad amare ed esprimere amore. Il Tango può diventare un mezzo di comunicazione dove l'energia principale e unica che scorre è l'amore, l'Amore con la A maiuscola, l'amore incondizionato, può essere una forma di comunicazione sublime, un momento di piena felicità.

Non è un semplice ballo ma piuttosto uno stile di vita, una volta nato l'amore per il tango allora il Tango sarà in tutto ciò che ci circonda.

Una volta che il Tango entra nella nostra vita, ci fornisce, passo dopo passo, tutti gli elementi per continuare a crescere, come persone, come ogni evento della nostra vita, ci dà gli strumenti per imparare e seguire il nostro percorso di felicità.

Tango come espressione creativa.

C'è un altro approccio molto divertente e appassionato a questa danza che è il suo aspetto creativo. Dal punto di vista più giocoso possiamo dire che il tango è un divertimento straordinario dove ballando possiamo esprimere tutta la nostra creatività.

Le possibilità di apprendimento continuo e creative che questa meravigliosa danza ci offre sono infinite e sono direttamente proporzionali alla nostra capacità, musicalità e fantasia. 

Danza libera dal bisogno di approvazione.

Il modo in cui si vede e si sente il tango è un riflesso di ciò che si porta dentro. Tutto è una riflessione, il modo di ballare in cui l'attenzione principale è mostrarsi deriva dal bisogno di ricevere approvazione, un bisogno che nasce quando fin dall'infanzia ci premiano per ogni traguardo, ogni cosa buona che facciamo, quando danno noi baci e abbracci ogni volta che dimostriamo un'abilità, che raggiungiamo un obiettivo invece di ricevere costantemente amore indipendentemente dal perché ... cioè, ci insegnano che l'amore, l'affetto, l'attenzione vengono sempre come risultato di mostrare qualcosa che l'osservatore può saper apprezzare... questa è la radice con cui molte persone cercano quando ballano, qualsiasi tipo di danza, cercano di mostrarsi per poter ricevere quella quota di amore/approvazione. Ricevere il vero amore è il risultato che deriva dall'averlo espresso. Prima dare e poi ricevere... e questo può essere applicato costantemente in tutto ciò che facciamo, semplicemente godendoci ogni momento, godendoci l'adesso e riversando tutta la nostra passione in ciò che facciamo senza interrogarci, meravigliarci, preoccuparci di ciò che gli altri ci fanno. possono pensare. Se la nostra principale preoccupazione, obiettivo fosse quello di mostrarci, allora toglieremmo energia all'atto che facciamo, cioè se danzo per mostrarmi non sarò concentrato nell'atto di ballare e sentire, vivendo quel famoso Ora, versando tutta la mia passione nel ballare perché quell'energia che uso nel volermi mostrare e sorprendere, stupire gli altri con quello che sto facendo, la toglierei all'energia che uso nel ballare. Dovremmo rieducarci e imparare che questo bisogno di approvazione rappresenta il nostro bisogno di amore, che crediamo provenga dagli altri e che invece è qualcosa di cui non abbiamo bisogno poiché concentrandoci solo e solo sull'ora, sul danza Riscopriremo tutto l'amore che abbiamo e che possiamo esprimere costantemente, in ogni momento e in ogni situazione. 

È normale volersi mostrare perché è normale volere amore, ma se riuscissimo ad individuare quel bisogno/volontà di volerci mostrare, senza sentirci in colpa per questo, e ricordassimo che questo pensiero viene dall'ego, dalla nostra mente costruito attraverso l'educazione, e che possiamo sostituirlo con un nuovo pensiero: il mio unico obiettivo è amare ciò che faccio, esprimere amore... amo ballare, amo ballare, riversare tutta la mia passione nella danza! Questo ci renderebbe felici al 100%.

Meditando con il tango

Possiamo ballare il tango e viverlo solo come dimostrazione di abilità, favorendo la competizione, i confronti, i giudizi o possiamo invece viverlo come espressione d'amore, dove due persone si legano tra loro attraverso l'abbraccio per trasformarsi in amore, e a loro volta queste due persone si uniscono alla musica, spegnendo il rumore costante dei pensieri ascoltando solo la musica, unendosi ad essa, e in una stanza, una milonga, dove diverse coppie fanno lo stesso, ballando tutte allo stesso ritmo del tango Ecco come improvvisamente ci ritroviamo tutti uniti dallo stesso sentimento d'amore. L'amore unisce, tutti gli altri sentimenti si separano.

L'amore è l'energia universale che ci collega a tutto, ci unisce gli uni agli altri in un'unica mente, la mente dell'amore, per alcuni la mente di Dio.

Ogni volta che balliamo un tango, una milonga o un valzer possiamo decidere,   scegliamo da quale punto di vista vogliamo farlo. Possiamo trasformare la nostra danza in un prezioso momento di connessione, unione che esprime amore semplicemente ballando dalla nostra connessione con la nostra mente d'amore. 

Il tango sarà quindi un bellissimo momento di meditazione attraverso il quale potremo entrare in contatto con il nostro vero sé. 

Tutti sanno quanto sia importante meditare per la nostra vita perché attraverso questa pratica riusciamo a fermare il rumore incessante dei pensieri della nostra mente costruiti attraverso l'educazione ricevuta, dalla famiglia, dalla società per immergerci nella pace del nostro vero essere, dove non c'è pensiero, non nel modo in cui li abbiamo comunemente, dove possiamo sentire pace, armonia, serenità da dove possiamo proiettare ed esprimere amore, perché stiamo vivendo solo ora.

Quando balli ti concentri e vivi solo ora, godendoti il momento, e questo è il modo per essere in pace. Vivere nell'ora richiede la presenza dei tuoi sentimenti nel momento presente, dove non c'è passato, con rancori e dolore, e nessun futuro, con paure e   preoccupazioni. Nell'istante di adesso c'è solo amore, e mentre ti godi la tua danza sarai immerso nell'amore che esprimi attraverso di essa.

Una persona stordita dai pensieri di questa mente costruita non può essere in pace, perché tutti i pensieri di questa mente sono di paura, di competizione, di risentimento, di preoccupazione, nessuno di questi pensieri è d'amore.

Il modo tradizionale di meditare richiede di sedersi e rilassare la mente, cercando di non avere pensieri, c'è chi medita con la musica e altri in silenzio. Ci sono persone che non possono meditare in questo modo, per quelle persone chiudere la mente costruita è molto difficile, ed è così che tutti i tentativi di meditare falliscono. Ognuno trova nella sua vita passioni in cui riversare tutto l'amore, con cui esprimere tutto il suo amore e tutte sono una forma di meditazione. 

Usare il tango come meditazione richiede solo la tua intenzione di volerlo trasformare e usarlo per quello scopo, per connetterti con la tua mente d'amore per esprimere amore. Quindi quando sei sulla pista da ballo di una milonga, quando sei seduto a un tavolo a guardare la gente ballare, quando sei in una classe che impara dovresti ricordare solo perché sei lì a ballare, dovresti ricordare che il tuo vero scopo è esprimere amare. e stare in pace! Non lasciare che la tua pace sia alterata da pensieri arroganti, di confronto, da giudizi, critiche verso gli altri o verso te stesso. Questo sarebbe sprecare un momento di felicità! 

Tutti i passi che usi per ballare il tango, tutti i passi che vedi fare agli altri, tutti i passi che impari sono come diversi tipi di musica con cui fare la tua meditazione e a loro volta sono anche lo strumento musicale che ti permette per unirti alla musica che stai ballando I gradini sono il veicolo per rilassare la tua mente costruita, piena di pensieri e per localizzare la tua attenzione.   solo nel movimento, nella connessione e nella musica.   Quindi avrai già fatto il primo passo di tutte le meditazioni, senza pensare. Non pensare è il modo per liberarti da quei pensieri che ti portano sofferenza in modo che tu possa iniziare a guardare e sentire dalla pace del tuo vero essere, dalla tua mente d'amore.

Tutti i movimenti, i passi che scegli per poter ballare e meditare devono essere movimenti con cui ti senti a tuo agio, con cui senti che puoi rilassare la mente e che la memoria del corpo è quella che esegue il movimento. Naturalmente, questo non si ottiene dall'oggi al domani, richiede allenamento, così come imparare a meditare. Lo studio dei passi deve poi avere questo scopo e la comodità degli stessi si ottiene quando durante l'apprendimento ci si concentra sulla tecnica del movimento. Equilibrio e qualità del movimento sono necessari per unire tango e meditazione, la quantità di movimenti, di passi, è irrilevante, potresti ballare solo scegliendone alcuni e saresti già   raggiungere l'obiettivo principale di ballare esprimere amore e sentire pace. I passaggi sono come un vestito, un abito che userai per abbracciare una persona, unirti con amore a lui/lei ed espandere la tua pace al mondo che ti circonda, devi solo scegliere con quale vestito o vestito abbraccerai. La tua scelta, quindi, dovrebbe essere quella di usare il tuo corpo per esprimere amore attraverso la danza, il tango. La tua mente costruita pensa che quando balli il tango l'amore e il sesso sono uniti, ma se solo ti rendessi conto di quanto sia falso, potresti permetterti di rilasciare più amore. La tua mente costruita percepisce l'amore come una debolezza perché la forza e la verità dell'amore annullerebbero la mente che genera sofferenza e per questo motivo, collegando il tango al sesso, attaccherai la tua possibilità di amare liberamente. Visto con gli occhi dell'anima, il sesso è una celebrazione dell'amore puro tra due persone e la sensualità del Tango non è collegata al sesso, la sensualità del Tango deriva solo dal desiderio di soddisfare il bisogno di amare, vedere la sensualità nel tango è vedi la nostra voglia di amare ed esprimila così, ballando il Tango! 

Quindi senza giudicare il livello di ballo, senza giudicare lo stile di ballo,   dovresti solo   ricordati di ballare ogni misura del tango   dall'amore, dall'amore puro, trasformando ogni danza in un momento di meditazione! 
Siamo amore e solo questo è ciò che dobbiamo esprimere! Ricordatelo ad ogni Tango e sempre e in dono avrete la Pace!

Vivi il Tango dal nostro Ego o dal nostro Vero Essere, amore.

Se le persone non fossero dominate dal loro ego, si renderebbero conto che esiste un modo semplicissimo, potremmo dire minimalista, per poter ballare il tango, e che in questo modo le porterebbe a godersi il Tango più velocemente e molto, molto più facilmente. Ma ovviamente le cose facili non piacciono all'ego! Ed è per questo che si passano anni e anni cercando di imparare cose molto complicate anche per i ballerini più esperti. Potrebbero concentrarsi per l'80% sulla parte tecnica di questa danza e per il 20% sui passi e quel breve periodo di tempo dedicato all'apprendimento dei passi sarebbe più che sufficiente per imparare i passi necessari per poter ballare mentre grazie a quell'80% di tempo dedicato all'aspetto tecnico della danza, fornirebbe loro tutto ciò di cui hanno bisogno per rendere confortevole, musicale e pieno di passione, energia e connessione quel 20% di passi appresi!

Sfortunatamente il loro ego li domina e preferiscono passare anni a imparare passi e passi e ancora passi perché sentono che non è mai abbastanza, che nessuno di quei passi fornisce loro felicità, connessione con il loro partner, con la musica. Questo è il motto dell'ego, "cerca ma non troverai", quindi la ricerca continua e non arriviamo mai a nient'altro che a più ricerca.

I passi di danza non sono altro che un mezzo con cui muoversi al ritmo della musica, in connessione con la coppia, ma nelle mani dell'ego si trasformano in un mezzo per manifestare e imporre la nostra superiorità, per cercare di essere speciale. Una volta caduti in quella trappola che fornirà solo frustrazione, non abbiamo altra scelta che continuare a imparare sempre più passaggi attraverso i quali possiamo mostrare le nostre capacità e sentirci superiori. Ma frustrazione, malcontento, disagio saranno all'ordine del giorno ad ogni ballo. In questo modo ci manca la grande possibilità che ci offre il Tango, la straordinaria possibilità di essere felici, trasformando questa danza in un momento di meditazione che ci porta a liberarci dalla nostra identificazione con l'ego e a poter esprimere tutto intorno amore puro noi. Come possiamo esprimere l'amore ballando? Quando al momento di ballare siamo concentrati solo sulla danza, senza pensare a chi ci guarda e cosa pensa, e ci stiamo davvero riversando tutta la nostra passione, connessa con il nostro essere, il nostro partner e la musica allora rilascerà amore, esprimerà amore, saremo felici. Liberarsi dell'ego quando si balla significa liberarsi dell'unico ostacolo che ci impedisce di essere felici ballando. 

Perché la tecnica in questa danza è così importante?

Perché è il modo di conoscere se stessi, il modo di saper muovere il corpo, studiandone il meccanismo per poter ballare con un'altra persona, uniti in un abbraccio che compromette al massimo i corpi, dove ognuno deve conoscere l'un l'altro bene, conoscete il vostro corpo per poter seguire l'altro o farvi seguire. Non è una danza libera, dove ci muoviamo liberamente da soli con la musica. È una danza in cui la qualità del movimento di una persona avvantaggia il ballerino e il suo partner, la conoscenza di come muovere il corpo è così essenziale per poter ballare che senza tutto diventa complicato e quasi impossibile, tutto si sentirà a disagio, il passi saranno molto difficili da imparare e quindi l'ego usa quell'incapacità per spingerti in una continua ricerca di passi in modo che attraverso alcuni di essi tu possa raggiungere il piacere ... e ancora, il semplice non è una sfida per l'ego e studiare la tecnica è qualcosa di così semplice, che richiede solo una pratica che non è interessante. Il tempo di apprendimento di una persona focalizzata sulla tecnica diventa brevissimo e molto velocemente riesce a godere di tutti i benefici del Tango. Naturalmente, questo richiede di mettere a tacere l'ego, perché quando inizi a praticare la tecnica ci sarà una voce nella tua testa che ti dirà: "Non vedi che non stai ballando! Sei un idiota che pratica questi stupidi movimenti! Non andare avanti con questo! Vai a ballare! " Oppure potrebbe anche dire: "nemmeno questa stronzata ti funziona, come hai intenzione di imparare a ballare... non vedi che questo non fa per te? Smettila di ballare!" 

Se questo accade, e succede sempre, tutto quello che dobbiamo fare è non ascoltare quella voce, sapere che è la voce dell'ego e continuare con quello che stiamo facendo, non dare giudizi! L'unico giudizio corretto sarà quello che faremo per vedere se abbiamo un asse o meno, se il nostro corpo riesce a stare comodo e allo stesso tempo in equilibrio, rilassato ma in posizione di ballo...niente di più, poi continua praticare e praticare e praticare, senza giudicare noi stessi o giudicare, concentrandoci solo su ciò che facciamo e godendoci la pratica.

L'errore continuo e costante che facciamo tutto il giorno è proprio quello di dare giudizi, quello di confrontarsi e confrontarsi e che denota chiaramente che ci identifichiamo con l'ego e quindi che ci guida. Durante il ballo facciamo lo stesso: giudichiamo e confrontiamo! E così, essendo nelle mani dell'ego, la danza è una tortura, uno sforzo, nasce lo scoraggiamento, la frustrazione o per gli altri attraverso il Tango viene messa in una posizione di totale superiorità, dove credono agli Dei, dove credono di essere speciali confrontato con gli altri e misura le tue capacità e i tuoi risultati con gli altri. Né l'uno né l'altro, né i frustrati né gli Dei del Tango apprezzeranno davvero il Tango, non saranno uniti a nessuno, non a se stessi, al loro vero essere, o al loro partner o alla musica, vedranno l'un l'altro separati e come tali, come cespugli solitari, indifesi, e così sorgerà la paura, paura di non poter ballare o paura di perdere la capacità di ballare o che arrivi qualcuno più abile... insomma solo paure.

Che cosa  stiamo usando il tango? Lo stiamo vivendo attraverso gli occhi dell'ego o il nostro vero sé?

È molto facile da dire, semplicemente rispondendo a queste due domande:

Senti che quando balli entri in un mondo dove ci sono solo sorrisi, pace e pieni di amore? 

O, invece,   Ti senti scoraggiato, frustrato o al contrario, orgoglioso e con una capacità sorprendente e unica? 

È chiaro che un Sì alla prima domanda sarebbe ciò che ti farebbe notare che stai vivendo il tango dal tuo vero essere e un sì alla seconda che lo stai vivendo dal tuo ego.

Questo sarebbe l'unico giudizio corretto, saperci identificare con chi ci identifichiamo nella nostra vita, nella nostra danza, con l'ego o con il nostro vero essere.


Esprimi amore e divertiti: i nostri unici obiettivi.

La crescita è qualcosa che avviene naturalmente nella nostra vita, basti pensare a come crescono e si sviluppano i nostri corpi, animali ecc...

C'è una crescita forzata e una naturale, quella forzata nasce quando ci imponiamo qualcosa, un traguardo un obiettivo, come: "Voglio ballare un giorno come una persona del genere... voglio essere un ballerino straordinario ... voglio che mi chiedano di ballare molti uomini ... voglio che tutte le donne vogliano ballare con me ... Questa crescita forzata è il risultato della nostra identificazione con i pensieri dell'ego che non può fare nulla senza avere un meta, senza meta, senza sogno da realizzare e ti fa credere di poterla raggiungere, e forse se la realizzi davvero, ma a quale prezzo, con quale sofferenza? Poi in cima ci sarà un'altra vetta più alta e ti sentirai sempre vuoto, con la sensazione che non sia abbastanza, inizierai a incolpare te stesso o gli altri per non aver raggiunto i tuoi obiettivi: è colpa del tuo partner, dei tuoi insegnanti, che non hai tempo, denaro per imparare , che sei molto maldestro... migliaia e migliaia di possibili colpevoli. 

La crescita naturale è quella che avviene senza che tu te ne accorga, senza sforzo, pratichi, pratichi e pratichi in assoluta pace finché un giorno esci a ballare un tango e alla fine della sessione ti rimane quella sensazione di pace, tranquillità , in perfetta unione con tutto ciò che ti circonda e quindi il tuo amore si sprigiona e loro lo possono esprimere. Esercitati senza giudicare, senza criticarti senza confrontarti, solo totalmente concentrato sul movimento e sulla musica, e se appaiono i giudizi, che stanno per apparire, li ignoreremo semplicemente perché sappiamo che viene dall'ego e non dalla nostra vera mente. L'unico giudizio corretto quando si pratica sarà applicare la tecnica corretta, quella che ci fa controllare il nostro equilibrio e focalizzare la nostra attenzione solo su questo e cresceremo naturalmente. Forse saremo ballerini eccezionali, raggiungendo il successo, che sia un riconoscimento internazionale o il fatto che tutti vogliono ballare con noi ma questo sarà il risultato di una crescita naturale, ci sarai arrivato senza rendertene conto, quindi dovresti continuare, non considerando quel risultato, non guardandolo con gli occhi dell'ego, semplicemente godendolo! Se tu fossi un ballerino di successo avresti più persone intorno a te con cui condividere le tue danze, il tuo insegnamento, nient'altro ma questo è tutto e soprattutto ti renderebbe felice al 100%. 

Se invece ti svegliassi improvvisamente nella culla del successo e iniziassi a identificarti con il tuo ego, questo significherebbe la nascita di paure che improvvisamente hanno cominciato a sorgere, la paura di perdere quel successo o forse potresti anche iniziare a riempirti di ambizioni, volendo più successo, e poi saresti di nuovo in una ricerca infinita, ci sono diverse opzioni che l'ego ti offre per continuare a muoverti attraverso la vita senza viverla, per continuare a ballare senza mai goderti appieno la danza.


Quindi, semplicemente, il nostro unico obiettivo nella danza è esprimere amore e divertirci.

Testimonianze

È per me un grande piacere conoscere Oscar e Georgina. Sono i miei più grandi esempi come ballerini e insegnanti. È attraverso i loro seminari, lezioni private e DVD che sono cresciuto maggiormente nella mia comprensione dei fondamenti, sia tecnici che spirituali, del Tango Argentino. Il loro amore e passione per la danza è evidente e contagioso. Come insegnanti sanno istintivamente di cosa hanno bisogno i loro studenti e sono sempre gentili e gentili nelle loro correzioni, anche se come si suol dire, non ci sono "vacanze" dalla pratica. Quando Oscar e Georgina insegnano in una classe, gli occhi e le orecchie di tutti sono puntati su di loro al cento per cento, perché oltre ad essere ottimi insegnanti, hanno personalità calde e carismatiche. 

Come ballerini e performer, sono loro che cerco ispirazione, poiché ballano perfettamente e appassionatamente come una persona sola. Mi sento fortunato a possedere tutti i loro DVD didattici, che sono visivamente i più belli e artistici di tutti i DVD che possiedo, e possiedo molti DVD didattici! Oltre ad essere un piacere visivo, questi DVD sono ricchi di informazioni estremamente utili, a cui è possibile fare riferimento più e più volte. C'è un tesoro di informazioni in loro, comprese sezioni bonus di esercizi e dimostrazioni di ballo stimolanti, e li consiglio a chiunque sia seriamente intenzionato a promuovere il loro ballo di tango!

-- Rebecca.
   Ballerino e insegnante, Sacramento, California, USA

bottom of page